Realizzazione Siti Web Roma -

Web Agency Roma

- Tel +39 06 522.74.801 - Richiedi Informazioni

Come è cambiato il Facebook Marketing

01/06/2018

Abbiamo visto come è cambiata la copertura delle pagine aziendali e di conseguenza tutto il Facebook Marketing collegato, in base alle novità sull'algoritmo. La battaglia per recuperare terreno e permettere alla nostra pagina aziendale di essere più visibile si muove tra il contenuto normale e quello a pagamento.

Contenuto significativo VS Contenuto a pagamento

Ci sono semplicemente troppe pagine che producono troppi contenuti per troppi fan, il che si traduce in una concorrenza altissima per accaparrarsi un posto nel feed di notizie. Quindi Facebook sta cercando di assicurarsi che le persone vedano solo i contenuti migliori, le cose più rilevanti per loro. Un dato è certo: Facebook si sta evolvendo in una piattaforma di marketing a pagamento. I gestori delle pagine si rendono conto non solo che si acquistano più like con la pubblicità, ma che questo metodo sta diventando essenziale anche per raggiungere i Fan già presenti o appena acquisiti. 

Dal punto di vista di Facebook non fa parte di un'esperienza ideale del cliente avere un feed di notizie con i post di una pagina aziendale solo perché questa ha tantissimi like e tantissime pubblicazioni. Lo stato dell'arte oggi è quello di incoraggiare i professionisti del Facebook Marketing a vedere i Fan acquisiti come un'ottima base di partenza per rendere più efficace la pubblicità a pagamento piuttosto che utilizzarla per far arrivare e vendere i propri post. Questo è il futuro, e dobbiamo iniziare a pensare che la copertura non a pagamento dei post arriverà sempre più vicina allo zero. 

Vediamo piccoli accorgimenti per evitare che la situazione ci sfugga di mano: 

1 - Bisogna essere selettivi

La pubblicazione tutti i giorni a tutte le ore, non funziona più. Il contenuto di valore condiviso ogni tanto invece sì. L'obiettivo non è più pubblicare sempre e pregare che tutto vada bene, ma avere maggiori interazioni possibili sul singolo post, agevolati da una scelta oculata del messaggio di quel post. Ogni post pubblicato deve essere indirizzato a un pubblico ben preciso, proprio per stimolare l'interesse delle persone che potrebbero trovarlo più interessante o pertinente. Inoltre teniamo conto che l'unica costante di Facebook sono i contenuti originali. Condividere e pubblicare contenuti da siti web, blog, immagini, che sono interamente proprietarie dell'azienda. Questi contenuti sono esclusivi e non piaccono solo all'algoritmo, ma anche e soprattutto ai clienti.

2- Incoraggiare all'engagement

È necessario incoraggiare i fan a interagire con i post quando li vedono, in modo che ne vedano di più. Basta anche un semplice invito a mettere "mi piace" o a condividere il contenuto. Questo è uno degli elementi fondanti del Facebook Marketing.

3- Condividere video coinvolgenti o emozionanti

I video rendono il visitatore più propenso a fermarsi, guardare e persino cliccare per aprirlo a tutto schermo. Video con didascalie, animazioni e immagini accattivanti sono in grado di attirare l'attenzione degli utenti su Facebook. Secondo uno studio recente i video hanno un tasso di coinvolgimento del 186% superiore e sono condivisi molto di più.

5- Facebook: una piattaforma a pagamento

Se avete intenzione di iniziare a fare pubblicità, di vitale importanza è la qualità di like che l'azienda ha già guadagnato. Una volta creato un pubblico pertinente sarà più facile trovare il target giusto per le campagne. Questo che cosa significa? Che è inutile invitare tutti i nostri amici e parenti carnivori a mettere mi piace alla nostra pagina aziendale che si occupa di cibo vegano: per una manciata di like in più, abbiamo creato dei problemi alla nostra targetizzazione.

Come si fanno le pubblicità a pagamento che rendono? Lo scopriamo nel prossimo post! 

Seguici... su Facebook!

 

Notizie

Blog